IPB


Welcome Guest ( Log In | Register )

 
Reply to this topicStart new topic
> Florence Korea Film Fest 2014 Firenze anno 16, 21-30 marzo 2014
serpeinculo
post Jan 2 2014, 03:56 PM
Post #1



AdDiCtIoNisLOVE
********

Group: Members
Posts: 46,009
Joined: 20-December 06
Member No.: 7





http://www.koreafilmfest.com/

speriamo che si attivino presto per comunicare titoli e date...
Go to the top of the page
+Quote Post
Istant snake
post Mar 13 2014, 09:58 AM
Post #2



Super User
*****

Group: Members
Posts: 2,682
Joined: 23-May 12
Member No.: 361,603





http://www.fermataspettacolo.it/news/firen...-film-fest-2014

Il protagonista del cult movie “Old Boy” Choi Min-sik ospite al 12° Festival del cinema coreano di Firenze. Alla star asiatica – che riceverà il Florence Korea Film Fest Award per la sua carriera cinematografica – sarà dedicata la prima retrospettiva italiana.


Sarà la star asiatica Choi Min-sik, l’acclamato attore tra i più famosi in Corea del Sud, l’ospite d’eccezione della dodicesima edizione del Florence Korea Film Fest, dal 21 al 30 marzo al Cinema Odeon di Firenze, la rassegna cinematografica diretta da Riccardo Gelli, ideatore e fondatore del Festival.

Per la prima volta in Italia sarà dedicata una retrospettiva all’attore, che sarà a Firenze per ricevere il premio del 12° Florence Korea Film Fest. Choi Min-sik (Seul, 22 gennaio 1962) si fa notare agli inizi della carriera per il suo ruolo in Shiri (1999), ma è grazie all’interpretazione del pittore Jang Seung-eop in Ebbro di Donne e di Pittura (2002) di Im Kwon-taek che guadagna maggiore popolarità. Raggiunge poi la notorietà internazionale diretto da Park Chan-wook in Old Boy (2003) e in Lady Vendetta (2005), i due film che completano la cosiddetta “Trilogia della Vendetta” iniziata nel 2002 con Mr. Vendetta.
Go to the top of the page
+Quote Post
Istant snake
post Mar 13 2014, 10:06 AM
Post #3



Super User
*****

Group: Members
Posts: 2,682
Joined: 23-May 12
Member No.: 361,603





HIDE AND SEEK 숨바꼭질
IF YOU WERE ME 6 어떤 시선 6
SECRETLY GREATLY 은밀하게 위대하게
NEW WORLD 신세계
CRYING FIST 주먹이 운다
MR. GO 미스터 고
STROKES ON FIRE 취화선
SNOWPIERCER 설국열차
I SAW THE DEVIL 악마를 보았다
BUG REPORT 버그 리포트
10 MINUTES 10분
INTRUDERS 조난자들
FAILAIN 파이란
MOEBIUS 뫼비우스
HIMALAYA WHERE THE WIND DWELLS 히말라야: 바람이 머무는 곳
OLD BOY 올드보이
POSSESSED 불신지옥
THE FAKE 사이비
DEAR DOLPHIN 환상속의 그대
IL MARE 시월애
THE GIFTED HAND 사이코메트리
Go to the top of the page
+Quote Post
Istant snake
post Mar 13 2014, 10:12 AM
Post #4



Super User
*****

Group: Members
Posts: 2,682
Joined: 23-May 12
Member No.: 361,603





OUR SUNHI 우리 선희
MONTAGE 몽타주
THE HOST 괴물
BEDEVILLES 김복남 살인사건의 전말

THE GINGKO BED 은행나무 침대
A.M. 11 열한시
HORROR STORIES 2 무서운 이야기 2
GODSEND 신의 선물
HAN GONG-JU 한공주
AN ETHICS LESSON 분노의 윤리학
SPRINGTIME 꽃피는봄이오면
HOW TO USE GUYS WITH SECRET TIPS 남자사용설명서
BOOMERANG FAMILY 고령화 가족
Go to the top of the page
+Quote Post
Istant snake
post Mar 17 2014, 06:54 PM
Post #5



Super User
*****

Group: Members
Posts: 2,682
Joined: 23-May 12
Member No.: 361,603





QUOTE
COMUNICATO STAMPA

Dal 21 al 30 marzo torna il festival internazionale dedicato alla cinematografia sud coreana.
12esimo Florence Korea Film Fest
La star sud coreana Choi Min-sik a Firenze
Tra le novità la sezione dedicata al genere fantastico. I numeri: 50 film, dieci ospiti in dieci giorni, due premi e cinque sezioni
La 12/a edizione cade in occasione del 130° anniversario delle relazioni bilaterali tra Corea del sud e Italia

Cinquanta film, dieci ospiti in dieci giorni, due premi e cinque sezioni, sono i numeri con cui si presenta la 12/esima edizione del Florence Korea Film Fest, che si terrà dal 21 al 30 marzo al cinema Odeon di Firenze, tradizionale appuntamento dedicato alla cinematografia sud-coreana ideato e diretto da Riccardo Gelli. Il festival cade nell’anno in cui si terranno le celebrazioni del 130° anniversario delle relazioni bilaterali tra Corea del Sud e Italia (all’inaugurazione sono attesi il ministro della cultura del governo della Corea del Sud e una rappresentanza italiana del Ministero degli Esteri).

Inaugurazione e chiusura del Festival
Il festival sarà inaugurato il 21 marzo (ore 21.00) dalla prima nazionale del film Hide and Seek, campione d’incassi del 2013 e acclamato dalla critica in Corea del Sud, del giovane regista Huh Jung (1981), esordio alla regia e già personalità di spicco della rinascita della cinematografica coreana. Il regista sarà presente alla proiezione per incontrare il pubblico. Il film nel primo week end in sala ha venduto 1 milione e 35 mila biglietti e a 19 giorni dalla sua uscita in sala (settembre 2013) aveva raggiunto i 5 milioni di spettatori. Il festival chiude con la prima italiana di Boomerang Family di Song Hae-Sung (Corea del Sud, 2013), storia di tre figli, che per motivi diversi, tornano a vivere dalla mamma. Il regista sarà presente alla proiezione.

Omaggio a Choi Min-Sik
Tra gli ospiti d’eccezione, la star asiatica Choi Min-sik, acclamato attore tra i più famosi in Corea del Sud, protagonista dei film cult Oldboy (2003) e Lady Vendetta (2005), con cui raggiunge la vetta di notorietà. Per la prima volta in Italia gli sarà dedicato un omaggio. La selezione presenta 8 dei 25 film da lui interpretati, nell’arco di tempo dal 2001 al 2013. Si parte con il film Failan, in cui interpreta un gangster di terza classe, per approdare a Strokes Of Fire di Im Kwon-Taek (il regista dei 100 film), in Italia conosciuto come Ebbro di donne e di pittura, in cui Choi, nei panni del pittore Jang Seung-eop, guadagna grande popolarità. L’omaggio prevede anche la proiezione del cult Oldboy (martedì 25), alla presenza dell’attore stesso, che proprio a questo film deve la sua fama a livello mondiale. Tra gli altri film della selezione, Springtime, in cui Choi Min-sik è un musicista in rovina, e Cryng Fist, commovente storia di un ex pugile. In programma anche Himalaya: Where the Wind Dwells, sul viaggio di un uomo in Nepal che si fa interiore e mistico; I Saw the Devil, blockbuster horror e sanguinario tra i più famosi anche in occidente, e New World (del 2013), l’ultimo dell’attore, che qui interpreta un poliziotto onesto.

Le sezioni: K-Fantastic, Orizzonti, Independent, Corti Corti, Notte Horror
Tra le novità, la sezione K-Fantastic, interamente dedicata al genere “fantastico” (che comprende sottogeneri come la fantascienza, il fantasy e l’horror) che in Corea del Sud riscuote oggi un enorme successo. La selezione delle 9 pellicole vedrà come protagonisti fantasmi romantici in The Ginkgo Bed, del 1996, uno dei più grandi incassi del cinema coreano di tutti i tempi; ma anche originali gorilla che corrono e giocano a baseball in Mr Go del 2013 (un film caso in Corea del Sud, perché è stato in sala per molto tempo). Di mostri acquatici si parlerà nel kolossal del 2006 The Host, definito dal New York Times “il miglior film sui mostri di sempre”; mentre nell’ultimo film di Bong Joon-ho appena uscito in sala, Snowpiercer (uno dei primi film coreani girati in Europa), la fanno da padroni gli affascinanti personaggi che vivono in questo treno del futuro. Ne “Il mare” del 2000, mai visto in Italia, si parla sempre di futuro, ma con un tocco di romanticismo, attraverso una storia epistolare (nel 2006 Hollywood ne ha fatto il remake con Keanu Reeves e Sandra Bullock: La casa sul lago del tempo). La sezione mostrerà registi abili nel gestire effetti speciali e ritmi del montaggio come in Bedevilled (presentato a Cannes nel 2010) e Possessed (2009), tra magie nere e pericolosi misticismi. Tra gli altri. anche i recenti Montage (2013) e 11 A.M. (2013), quest’ultimo su una strana macchina del tempo.

La manifestazione mostrerà uno spaccato della cinematografia contemporanea mainstream nella sezione Orizzonti Coreani. In programma sono presentati 6 film, tutti del 2013. Da An Ethics Lesson, thriller (tra gelosie e omicidi) del regista Park Myung-Rang, presente alla proiezione, a How To Use Guys With Secret Tips che racconta di una miracolosa videocassetta che insegna alle donne a “usare gli uomini a proprio vantaggio”. Nella sezione non manca l’ultimo di Kim Ki-duk, Moebius, proiettato in lingua originale con i sottotitoli in inglese e italiano (passato all’ultima edizione della Mostra del Cinema di Venezia). Tra gli altri film, anche Our Sunhi, storia di un’aspirante regista coreana che vuole trasferirsi in America per fare cinema, ultimo lavoro di Hong Sang Soo, per il quale si è aggiudicato il Pardo d’argento per il miglior regista al 66° Festival di Locarno. Di nord e sud Corea si parlerà, in modo ironico e travolgente, in Secretly Greatly di Jang Cheol-Soo (ex assistente del maestro Kim Ki-duk), che racconta la storia di Ryu-hwan, una giovane spia nord coreana sotto copertura in una cittadina rurale della Corea del Sud. Un thriller mozzafiato è The Gifted Hands di Gwon Ho-Yeong, con il giovane e fallito detective Yang che si trova davanti l’occasione della vita.

Nella sezione Independent saranno mostrati 7 film, lontani dalla grande distribuzione cinematografica, tra cui Dear Dolphin di Kang Jin-a, sullo straziante dolore per la scomparsa della persona amata. In 10 Minutes si parla invece delle aspettative lavorative di un giovane che cerca di sfondare nel mondo della televisione, ma che finirà in un grigio ufficio; mentre in Godsend di Moon Si-Hyun assisteremo alla gioia di una donna che riesce ad avere un bambino dopo molti tentativi. Le ansie e le paure di una liceale abbandonata a se stessa, custode di un terribile segreto, sono invece le protagoniste di Han Gong-Ju di Lee Sujin; la ricerca della pace da parte di uno sceneggiatore in crisi è invece al centro del film Intruders di Noh Young-Seok. La sezione mostrerà inoltre il film collettivo If You were Me 6 (tre episodi legati al tema dei diritti umani) e The Fake di Yeon Sangho, storia di animazione ambientata in un villaggio rurale i cui abitanti sono alle prese con un reverendo dai poteri miracolosi.

Accanto ai lungometraggi, anche i cortometraggi della sezione “Corto, Corti”, realizzata in collaborazione con l’Asiana International Short Film Festival, il SESIFF (Seoul Extreme-Short Image & Film Festival) e il PIFAN (Puchon International Fantastic Film Festival).

Tra gli eventi speciali e ormai tradizionali, la cosiddetta Notte Horror (venerdì 28 marzo) con la proiezione del film episodico “Horror Stories 2” di Kim Sung-Ho, Kim Hui, Jung Bum-Shik e Min Kyu-dong, storia della giovane Yoon, sensitiva in grado di vedere il passato, al servizio del signor Park presso una compagnia assicurativa.

Premi
Saranno consegnati i seguenti premi: il premio 12° Florence Korea Film Fest che sarà consegnato all’attore Choi Min-Sik; il Premio Kia della giuria; il Premio del pubblico e il Premio della critica (scelto fra Independent e Orizzonti). Tra gli ospiti sarà premiato anche Jeon Yang Jun, vice presidente del Busan International Film Festival.

Tappa romana del Florence Korea Film Fest
Una selezione dei film sarà proiettata al cinema Trevi di Roma dall’8 al 10 aprile.



(IMG:https://scontent-a-ams.xx.fbcdn.net/hphotos-frc1/t1.0-9/p240x240/1960134_10152304978341064_892571753_n.jpg)
Go to the top of the page
+Quote Post
serpeinculo
post Apr 1 2014, 12:26 PM
Post #6



AdDiCtIoNisLOVE
********

Group: Members
Posts: 46,009
Joined: 20-December 06
Member No.: 7







I Vincitori

QUOTE
Ecco i risultati del 12koreafilmfest:

“An Ethics Lesson” vince il 12FlorenceKoreaFilmFest

Il premio Miglior Film della sezione Independent è andato a The Fake

Il premio del Pubblico è andato a How To Use Guys With Secret Tips di Lee Won-Suk

Direttamente dal COMUNICATO STAMPA:

An Ethic Lesson, esordio alla regia di Park Myung-Rang del 2013, si aggiudica il premio miglior film della sezione Orizzonti del 12/o Florence Korea Film Fest (che chiude oggi con la cerimonia di premiazione) dalla giuria presieduta da Giovanni Maria Rossi (del Sindacato giornalisti cinematografici della Toscana); Valentina D’Amico (critica, giornalista e collaboratrice di MoviePlayer); Diego Garufi (critico cinematografico, collaboratore tra cui di everyeye.it) e Ermelinda M. Campani (della Stanford University). Il film racconta di un omicidio di una donna che viene visto dalle telecamere istallate illegalmente dal vicino di casa, da sempre innamorato (e non corrisposto). “Per l’eleganza visiva – si legge nelle motivazioni della giuria - con cui affronta il tema ricorrente della vendetta attraverso un uso articolato dello sguardo hitchcockiano, in un’accelerazione di violenza che esplode in una soluzione finale d’impatto denotando una notevole maturità tecnico-artistica per un’opera prima”.

Il premio miglior film della sezione #IndependentKorea è andato a The Fake di Yeon Sangho, un film di animazione, sugli abitanti di un villaggio rurale che devono abbandonare le loro case per far spazio a una diga e il potere politico e quello religioso influiranno su diverse scelte della popolazione. “Per la capacità di utilizzare la tecnica animata – si legge nella motivazione della giuria - per esprimere una complessità narrativa dalle tinte forti, restituendo un ritratto inconsueto della Corea contemporanea incentrato sull’ambiguità del potere che la religione esercita sull’essere umano. Un racconto che, ribaltando costantemente il rapporto convenzionale tra bene e male, turba e affascina”.

La menzione speciale è andata a #SecretlyGreatly di Jang Cheol-Soo su una spia nordcoreana che vive in un piccolo villaggio della Corea del Sud. “Per la sensibilità – si legge nella nota diffusa dalla giuria - con cui il regista si muove attraverso i generi alternando i toni leggeri della commedia
a quelli più tesi del thriller politico per affrontare la storica divisione tra le due coree. E per l’abilità di gestire un cast di giovani talenti capaci di donare fisicità e umanità ai loro personaggi”.


Go to the top of the page
+Quote Post

Reply to this topicStart new topic

 



Lo-Fi Version Time is now: 18th February 2019 - 06:13 AM


subBlack shadows and light edition © 2007 - DreamCaster
Original subBlack phpbb2 style by spectre